Oggi è sabato 15 dicembre 2018, 20:33



Rispondi all’argomento  [ 3 messaggi ] 
 Tofu Dango - palline puffocicce 
Condividi questa discussione
Ti piace questa ricetta? Condividi la pagina per i tuoi amici Mi piace

Autore Messaggio
Chef Entremétier
Chef Entremétier
Avatar utente

Iscritto il: martedì 29 luglio 2008, 10:37
Messaggi: 4047
Località: Rimini
Picasso aveva il periodo rosa, e io ho il periodo giapponese... sornione
Che ha diversi vantaggi; è una cucina molto leggera ma saporita, con pochissimi grassi e adatta a una poveretta che dovrebbe perdere un quarto del suo peso magone ehm dubbioso fate conto che non ho detto niente woww

Ieri, merenda preparata per le mie amiche che si sposano sabato: officia l'ingegnere love e ci siamo incontrati per definire le ultime cose. Tutta la cerimonia, dalle promesse ai gesti, l'abbiamo costruita insieme e sarà un matrimonio bellissimo e molto sentito e personale.
E dunque ci voleva una merenda speciale uhmmm quindi ho cercato di darmi da fare, e mettere in funzione le mie manine disgraziate… stamattina mi fanno un male cane cry , però la preparazione è stata molto veloce e ho potuto fare quasi tutto comodamente seduta, quindi potrei considerare anche questa tra le mie ricette di cucina for dummies e Avalon ameboide. heheh

Ingredienti:
170 g di mochiko - farina di riso glutinoso
150 g di kinugoshi tofu - tofu morbido o silken
un cucchiaino di estratto di vaniglia

Per guarnire:
1) due cucchiai di sesamo nero, un cucchiaio di zucchero di canna grezzo
2) due cucchiai di kinako - farina di soia tostata, un cucchiaio di zucchero a velo non vanigliato
3) due cucchiai di farina di castagne, un cucchiaio di zucchero a velo non vanigliato.

Mettere nel suribachi – mortaio di terracotta con interno zigrinato, il sesamo e lo zucchero, e macinarli piuttosto finemente. Mettere il trito in una ciotolina.
In altre due ciotoline mescolare gli ingredienti per le altre guarnizioni. Evitare di far fuori tutto a ditate nonò e tenere da parte le ciotoline.

Impastare con una forchetta poi a mano il tofu con il mochiko, unire la vaniglia e aiutarsi con due o tre cucchiai di acqua: si otterrà un impasto uniforme, morbido e lavorabile ma lievemente gessoso e friabile. A me viene in mente il DAS come paragone! sornione
Farne piccole palline, poco più grandi di una nocciola; in Giappone si fanno più grandi e si infilano tre a tre negli spiedini di legno (potete vedere un esempio preciso nella ricetta dei dango alla zucca di Anna) ma io volevo avere rapporto guarnizione/mochi più favorevole e anche una dimensione più adatta all’inconsapevolezza occidentale della strana consistenza gommosa del mochi. Insomma, li ho rimaneggiati un po’ rispetto alla tradizione ehmm
Schiacciare un poco al centro con il dito ogni pallina: si ottiene una forma simile ai globuli rossi ahaha
Dopo avere preparato tutte le palline-globuli appoggiandole su un largo piatto (a me ne sono venute una cinquantina scarsa) versarle delicatamente in acqua bollente in una pentola ampia: andranno subito a fondo, poi cambieranno lievemente colore diventando, da bianchicce e gessose, traslucide e lievemente gialline. Infine verranno a galla, come gli gnocchi: le ho lasciate galleggiare un minuto poi le ho scolate con la ramina mettendole subito a raffreddare in abbondante acqua molto fredda.
Questo passaggio evita che s’incollino tra loro e ne migliora la consistenza.
Una volta ben raffreddate, scenderanno sul fondo della ciotola: scolarle molto bene, posarle in un piatto e procedere alla guarnizione.
Infilare ogni pallina-globulo con uno stuzzicadente, rotolarla ben bene in una delle guarnizioni e posarla sul piatto di portata. Proseguire alternando le guarnizioni fino al termine delle palline-globuli.
Servire il piatto da portata insieme alle ciotoline delle guarnizioni, così ogni commensale potrà nuovamente intingere il proprio dango, dato che l’umidità del mochi bagnerà parzialmente la superficie farinosa facendo sì che se ne possa attaccare ancora.

Ho servito con una teiera di profumato tè verde al gelsomino… le pallette gommosine hanno spopolato, e ne sono rimaste giusto quattro o cinque… goduria!! uhmmm

_________________
Valentina
Adesso sono un pirata.
Un pirata è tenerezza che esplode fiera,
è giustizia incompresa, è amore sconsolato,
è lottare,
è solitudine condivisa,
è navigare senza mai porto, è perenne tormenta,
è possesso sempre insoddisfatto,
è senza riposo.

El Sup


domenica 3 aprile 2011, 9:08
Profilo
Chef Entremétier
Chef Entremétier
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 11 febbraio 2008, 16:35
Messaggi: 2440
Località: Prato
mah! diversi ingredienti per me sono sconosciuti........ gradirei vedere una fotina! si sì
officia l'ingegnere???? gulp comunque tanti auguri alle tue amiche!!!! prosit

_________________
Rosanna

non discutere mai con un idiota, ti trascina al suo livello e ti batte con l'esperienza
Arthur Block


domenica 3 aprile 2011, 9:29
Profilo
Chef Entremétier
Chef Entremétier
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 16 aprile 2008, 23:11
Messaggi: 2525
Località: La terra del sole
Le palline puffocicce goduriose, dovrebbero essere anche ammirate in foto... sono curiosa Occhietti

_________________
Immagine


domenica 3 aprile 2011, 11:45
Profilo
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Rispondi all’argomento   [ 3 messaggi ] 

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Vai a:  
cron
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Designed by ST Software for PTF.
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010