Oggi è giovedì 23 novembre 2017, 9:40



Rispondi all’argomento  [ 10 messaggi ] 
 Cardo (Cynara Cardunculus) 
Condividi questa discussione
Ti piace questa ricetta? Condividi la pagina per i tuoi amici Mi piace

Autore Messaggio
Site Admin
Site Admin
Avatar utente

Iscritto il: sabato 12 aprile 2008, 21:37
Messaggi: 8541
Località: provincia di Pavia

Immagine Cynara cardunculus L. è una specie di pianta appartenente alla famiglia delle Asteraceae, sottofamiglia Tubuliflorae, tribù Cynareae.

In questa specie sono stati identificati tre differenti raggruppamenti:

C. cardunculus var. sylvestris Lam. (cardo selvatico) abbondantemente diffusa allo stato spontaneo nel bacino occidentale del mediterraneo.
C. cardunculus var. altilis DC. (cardo coltivato).
C. cardunculus subsp. scolymus (L.) Hegi (carciofo).

Morfologia
È una tipica specie geofita, perenne, che affida la propria sopravvivenza, oltre che agli acheni, a specifiche gemme presenti sulla frazione basale del fusto e sui rizomi.
L’asse fiorale è eretto, ramificato all'epoca della fioritura, robusto, striato in senso longitudinale e fornito di foglie alterne. Le ramificazioni dell'asse fiorale portano, in posizione terminale, le infiorescenze. L'altezza è variabile, da 40 cm sino a 250 cm.
I fiori, ermafroditi, tubulosi, caratteristici delle Asteraceae, sono riuniti in una infiorescenza a capolino detta anche calatide. A completa maturità raggiungono anche oltre gli 8 mm, presentano colore violetto-azzurro di varia tonalità, ma possono anche essere riscontrati mutanti di colore bianco. Il frutto è un achenio tetragono-costato, di colore grigiastro scuro e screziato, unito al calice trasformato in pappo, per favorire la disseminazione. Il peso dei mille acheni può oscillare tra i 15 e i 70 g.

Habitat
C. cardunculus presenta una spiccata adattabilità all'ambiente mediterraneo, la quale si concretizza fondamentalmente in una stagione di crescita, che coincide con il periodo in cui si hanno i maggiori apporti idrici naturali, e con l'accumulo nelle radici di sostanze di riserva in grado di sostenere la riattivazione vegetativa, dopo la quiescenza estiva.

Uso
È una specie ampiamente conosciuta in tutto il bacino del mediterraneo per l'impiego a fini alimentari dell'infiorescenza a capolino (carciofo) e per le sue proprietà farmaceutiche, oltre che per l’estrazione di agenti coagulanti il latte per la preparazione di formaggi ovini. Recentemente èaumentato l'interesse per questa specie come fonte di sostanze con proprietà terapeutiche. Esse derivano principalmente dal metabolismo dei fenilpropanoidi e dei flavonoidi, quali: acido clorogenico, acidi di-caffeoilchinici (i.e.: cinarina), acido caffeico e luteolina. L'azione farmacologica principale della cinarina riguarda la sua potenzialità nel: - limitare la biosintesi di colesterolo - inibire l'HIV-integrasi

La cinarina è una molecola peculiare della specie Cynara cardunculus L. ed è attualmente in commercio sottoforma di estratti fogliari grezzi, non standardizzati.
(tratto da Wikipedia)

Questi sono i cardi dell'orto di mio papà:
Immagine Immagine

Immagine Immagine

La parte commestibile del cardo è il gambo, che ha un gusto simile a quello del carciofo, con sfumature che ricordano vagamente il sedano. E' un "ortaggio" invernale.

I gambi sono piuttosto duri e di sapore amarognolo, per limitare l'amaro devono essere coltivati il più possibile in assenza di luce, il che li rende anche più candidi; e devono subire l'effetto delle gelate tardo-autunnali, che li rendono più teneri.

I gambi devono essere bianchi e compatti e non presentare tracce di colore verde, altrimenti saranno duri e amari.
I cardi che tendono ad aprirsi non sono più molto freschi, meglio scegliere piante dal colore chiaro, chiuse e pesanti, prive di macchie, con costole croccanti e larghe.

Qualità nutrizionali del cardo
Il cardo ha pochissime calorie e un indice di sazietà piuttosto alto, quindi può essere arricchito di sapore anche utilizzando una certa quantità di grassi pur mantenendo una elevata sazietà.

Cardo - coltivazione : il cardo viene coltivato, almeno per l'ambito culinario, per i suoi gambi che sono lunghissimi: dai 60 ai 150 cm. Lo si trova in inverno. Per conservarlo il migliore dei metodi è qullo di tenerlo appeso. Mondato e sbollentato si può surgelare.

Utilizzo in cucina: Per preparare i cardi, operazione assai lunga e laboriosa, si devono eliminare le coste esterne più dure e filamentose, fino ad arrivare al cuore. Le coste vanno poi spuntate e tagliate a pezzetti tenendole immerse in acqua acidulata con il limone se non si intende utilizzarle subito, evitando così che anneriscano. La cottura, generalmente fatta nel latte, è molto lunga. Conviene provvedere il giorno prima e lasciare poi raffreddare i cardi immersi nel liquido. Solo in Piemonte esiste un tipo di cardo tenerissimo che può essere mangiato crudo; per il resto va sempre cotto.

Mia mamma lo prepara in umido con pomodorini e bietole, fritto in pastella, con la pasta, cotto nel latte con aglio e spolverata di pecorino, e fa anche una pasta al forno f a v o l o s a!

:occhioni Io invece il cardo lo uso così: :Occhietti
Immagine Immagine

Immagine Immagine

appena raccolti durano freschi una decina di giorni, messi in acqua.....poi li faccio seccare e durano.......per sempre! :ok

_________________
Se non ci sono cani in paradiso,quando muoio
voglio andare dove sono andati loro-Will Rogers-


Le donne e i gatti faranno sempre cio’ che ne hanno voglia,e gli uomini e i cani farebbero bene a rilassarsi e abituarsi all’ idea-Robert A.Heinlein-


giovedì 24 luglio 2008, 17:56
Profilo WWW
Chef Saucier
Chef Saucier

Iscritto il: lunedì 7 aprile 2008, 11:05
Messaggi: 7942
Bello Mela!!!!! Non dirmi che anche quella distesa di cardi è nell'orto di tuo papà????? :oibho :oibho
Mannaggia che orticello...ci credo che avete scorte x tutta la stagione :ok :ok :ok :ok Allora aspettiamo la ricetta della pasta al forno della tua mamma :Bacio


giovedì 24 luglio 2008, 18:01
Profilo
Site Admin
Site Admin
Avatar utente

Iscritto il: sabato 12 aprile 2008, 21:37
Messaggi: 8541
Località: provincia di Pavia
:yesyes si Ale.....la "distesa di cardi" è proprio quella dell'orto di mio papà....le foto le ho fatte il 5 Luglio scorso...e non ho fotografato tutte le piante..... :gulp ...adesso ne ha tagliato qualcuno, che ho messo in casa, ma ce ne sono ancora tantissimi da tagliare......

Ma certamente che mi faccio dare la ricetta della pasta al forno con i cardi... :lingua4 ...e non solo.....anche tutte le altre ricettine che ho citato prima.....però bisognerà aspettare il periodo invernale per provarle... :occhioli ...

_________________
Se non ci sono cani in paradiso,quando muoio
voglio andare dove sono andati loro-Will Rogers-


Le donne e i gatti faranno sempre cio’ che ne hanno voglia,e gli uomini e i cani farebbero bene a rilassarsi e abituarsi all’ idea-Robert A.Heinlein-


giovedì 24 luglio 2008, 18:11
Profilo WWW
Site Admin
Site Admin
Avatar utente

Iscritto il: martedì 5 febbraio 2008, 19:36
Messaggi: 14252
Località: Tuscany Florence Firenze insomma si è capito che sono una fiorentinaccia
Che belli Mela :oibho li adoro... questa una piantagione da invidia e stupendo il colore del fiore questo proprio non lo sapevo che era così :oibho

_________________
Sogno di abbracciare un amico vero che non voglia vendicarsi su di me di un suo momento amaro e gente giusta che rifiuti di esser preda di facili entusiasmi e ideologie alla moda. (Mogol)


giovedì 24 luglio 2008, 23:21
Profilo WWW
Chef Saucier
Chef Saucier
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 13 febbraio 2008, 20:32
Messaggi: 5632
Località: valsorda - lake garda
porco gatto!!!
l'anno scorso li ho trovati e non sapevo come mangiarli!!
sono amarissimi!! :ops
bella pianta però...complimenti a papi per l'orto!!!!

_________________
"il silenzio è la più perfetta espressione del disprezzo."
G. Bernard Shaw


venerdì 25 luglio 2008, 9:11
Profilo
Site Admin
Site Admin
Avatar utente

Iscritto il: sabato 12 aprile 2008, 21:37
Messaggi: 8541
Località: provincia di Pavia
Brii, adesso sono immangiabili perchè amari e poi il gambo ed i costoni delle foglie sono durissimi!
Si raccolgono in inverno possibilmente dopo che hanno preso una gelata.....sono più morbidi.
In inverno il gambo è dolcissimo.

Però come pianta decorativa è bella sempreeeeeee!!!!! :ok :yesyes :occhioli

_________________
Se non ci sono cani in paradiso,quando muoio
voglio andare dove sono andati loro-Will Rogers-


Le donne e i gatti faranno sempre cio’ che ne hanno voglia,e gli uomini e i cani farebbero bene a rilassarsi e abituarsi all’ idea-Robert A.Heinlein-


venerdì 25 luglio 2008, 10:23
Profilo WWW
Chef Saucier
Chef Saucier
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 13 febbraio 2008, 20:32
Messaggi: 5632
Località: valsorda - lake garda
si si..li avevo trovato d'inverno..ma non sapevo come cucinarli.

bella si la pianta..quasi quasi...sarebbe da piantare in giardinoo!! :ok

_________________
"il silenzio è la più perfetta espressione del disprezzo."
G. Bernard Shaw


venerdì 25 luglio 2008, 10:25
Profilo
Site Admin
Site Admin
Avatar utente

Iscritto il: sabato 12 aprile 2008, 21:37
Messaggi: 8541
Località: provincia di Pavia
:yesyes si si è una pianta bella anche in giardino :yesyes ....molto decorativa :ok

.....mannaggia alla distanza......ho cosi' tante piante....... :sgrunt

_________________
Se non ci sono cani in paradiso,quando muoio
voglio andare dove sono andati loro-Will Rogers-


Le donne e i gatti faranno sempre cio’ che ne hanno voglia,e gli uomini e i cani farebbero bene a rilassarsi e abituarsi all’ idea-Robert A.Heinlein-


venerdì 25 luglio 2008, 10:41
Profilo WWW
Plongeur
Plongeur

Iscritto il: lunedì 28 maggio 2012, 13:42
Messaggi: 1
Buongiorno, io sono un produttore di verde ornamentale e sarei interessato ad acquistare sementi di questa pianta.
Qualcuno saprebbe indicarmi dove posso trovarli?
Grazie
Cordiali Saluti


martedì 29 maggio 2012, 12:05
Profilo
Site Admin
Site Admin
Avatar utente

Iscritto il: sabato 12 aprile 2008, 21:37
Messaggi: 8541
Località: provincia di Pavia
ciao minisampa, ben arrivato sul nostro forum ciaociao piaceremio

Prova a guardare sul catalogo online di Ingegnoli, oppure prova a cercare qualche rivenditore di sementi nel Monferrato, dove viene coltivato il famoso Cardo Gobbo di Nizza Monferrato. occhiolino

_________________
Se non ci sono cani in paradiso,quando muoio
voglio andare dove sono andati loro-Will Rogers-


Le donne e i gatti faranno sempre cio’ che ne hanno voglia,e gli uomini e i cani farebbero bene a rilassarsi e abituarsi all’ idea-Robert A.Heinlein-


martedì 29 maggio 2012, 12:21
Profilo WWW
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Rispondi all’argomento   [ 10 messaggi ] 

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Vai a:  
cron
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Designed by ST Software for PTF.
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010